Condividi su:
Share |

 BMIM su Facebook
Seguici anche nella nostra pagina Facebookla pagina Facebook di BMIM

 I nostri libri
Un mare senza voce... tra flussi e rifussi
Il mare non è una fogna blu
Scatologia alla riminese

 Invita un amico
Segnala il sito a un amico

 Chi è online
In questo momento ci sono in linea 4 Visitatori(e)

 La pagina dei TOP
Clicca qui per scoprire le pagine più visitate del sito

 5xMille
Il 5 per mille a Basta Merda in Mare

 La sentenza
La sentenza del giudice Talia nel processo al Sindaco Giuseppe Chicchi -1995

La bonifica di Viserba
Il diario-denuncia in tempo reale di Gabriele Bernardi




21 febbraio 2008

A Viserba intanto hanno fatto la bonifica.Sigh!!
Vi mando delle foto per farvi un 'idea. Dovevano togliere la melma fino a 10 metri dalle scogliere, invece sono stati almeno a 40-50 metri con la scusa che altrimenti gli si ribalta la gru,ma se fai le strade (la ditta e' l'Edilstrada),e non hai i mezzi, non puoi partecipare all'appalto,mi sembra logico! Hanno tolto la melma a 'pozzanghera', un po' qua' e un po' la', invece di togliere 40 cm per tutta la superficie come era stato promesso.Adesso siamo in pieno disastro ambientale,l'onda rompe a 50 metri dalla riva e poi fa la' palude,la melma e' diventata sabbie mobili, si va' giu' alla grande.



 La bonifica di Viserba
 La bonifica di Viserba
 La bonifica di Viserba
 La bonifica di Viserba
 La bonifica di Viserba
 La bonifica di Viserba
 La bonifica di Viserba



6 marzo 2008

La bonifica dei fanghi a Viserba è già finita.
La burrasca forza 8 che da due giorni imperversa sulla nostra costa ha letteralmente spazzato via le tonnellate di melma lasciate sulle spiaggia ad ossigenare.
La natura ancora una volta ha dimostrato come, senza gli interventi strutturali che abbiamo sempre richiesto, il degrado ambientale venutosi a formare sia ben difficile da sanare, anche perchè nei giorni scorsi non erano certo rose e fiori, la melma stava effettivamente diventando sabbia, ma i fanghi erano ancora ben presenti nello specchio d'acqua,cosa evidenziata all'assessore Zanzini, senza però ricevere alcuna risposta. Nei prossimi giorni bisognerà vedere, dove la corrente ha portato le svariate tonnellate di melma, e com'è a tutt'oggi la situazione dello specchio d'acqua interessato dall'intervento. E adesso? Si chiedono i viserbesi, si ricomincerà l'intervento o tutto è svanito per sempre insieme ai 38000 euro di spesa? Lo vedremo nelle prossime puntate ma le prospettive non sono buone, personalmente sono molto deluso.

PS
Le foto mostrano bene quanto e' successo.Specifico che la montagna di sabbia che si vede non ha niente a che fare con la bonifica, ma è stata messa li a settembre, come succede tutti gli anni, per non fare arrivare il mare sulla strada!!
Ciao Lele



 La bonifica di Viserba
 La bonifica di Viserba
 La bonifica di Viserba


30 aprile 2008 14.17

Oggi ho fatto un'altro sopralluogo nella zona interessata dai lavori di bonifica a Viserba, tra il bagno 33 e il bagno 38.
Mentre la stagione turistica e' alle porte ancora non si e' fatto niente per migliorare la situazione che e' vistosamente peggiorata negli ultimi mesi.Un signore che andava a fare un giro,dotato di stivaloni,ieri mattina e' stato letteralmente salvato da Oreste, un bagnino della zona, mentre sprofondava letteralmente nelle sabbie mobili che si sono venute a creare nel fondale 'bonificato'. Tecnici della regione,presenti stamattina messi a conoscenza della situazione hanno rimandato i lavori alla settimana prossima, speriamo bene,anche perche' ci sono i margini per una chiusura della balneazione nella zona e se questo dovesse accadere gli albergatori e gli operatori balenari e commerciali della zona,non potranno che denunciare il tutto e chiedere un risarcimento danni perche' questa e' veramente la mazzata finale alla nostra immagine. Questa classe dirigente si deve mettere in testa di lavorare con molta meno superficialita'. Le uniche soluzioni al declino turistico,non possono essere la variante alberghi o il piano spiaggia, che troveranno attuazione solo se gli operatori avranno la fiducia di un futuro migliore,fiducia che adesso e' a zero. Io mi vergogno di come viene amministrato il mio territorio, probabilmente non sono portato per fare il politico,ci soffro troppo,mi fa' male il cuore a vedere tanta incapacita', a vedere la mia Viserba devastata in questo modo.
Mi sembra ci si metta tutta la volonta' per fare male, tanto loro qualche scappatoia per salvarsi il 'culetto', la trovano e noi rimaniamo nella merda fino al collo!! Perche' non c'era un tecnico sempre presente durante i lavori che sono stati fatti malissimo? Perche' la melma non si e' portata via? Il problema della melma in quella zona e' presente da 3 anni, che siano stati i fanghi prelevati subito fuori dalla fossa dei mulini e gettati tra gli sbocchi (3anni fa')!! delle spiagge oggi interessate a causare il problema? Oppure il 'pennello' della stessa fossa,che e' stato inspiegabilmente allungato ha cambiato le correnti? Non lo so', non sta' a me dare soluzioni, per questo abbiamo i tecnici, che arrivano con la loro spocchia e non accettano certo consigli....e si vedono i risultati!!! Invito i nostri politici a mettersi gli stivali e andare a fare un giro prima di dire o fare ulteriori strafalcioni e ringrazio pubblicamente Fabio Betti, l'unico che si sia mostrato sensibile al problema, venendocon me personalmente a verificare il problema e muovendosi per cercare una soluzione. Adesso.....sperema ben!!!!



28 febbraio 2009

I lavori di bonifica sono finiti il 5 luglio, ovvero il sabato della notte rosa. Quella mattina infatti in spiaggia c'erano ancora le gru che portavano sabbia per coprire la melma. Adesso la situazione è migliorata rispetto a subito dopo l'intervento, ma ha ancora gli stessi problemi che aveva in precedenza. Servono interventi strutturali alle scogliere.
A noi piacerebbe provare a intervenire nel mezzo delle scogliere, creando piccoli sbocchi con scogli mediomare che possano ossigenare lo specchio d'acqua, e nello stesso tempo riportare gradualmente l'ampiezza degli sbocchi alle dimensioni originali (sono stati ristretti). Certo sono le scogliere stesse a non essere funzionali, questo è evidente, hanno un effetto troppo impattante sull'ambiente. L'ideale sarebbe creare una barriera di scogli larga 40-50 metri che funga da barriera corallina a 300 metri dalla riva, in questo modo non si avrebbero problemi la natura ce lo insegna, ma ogni scogliera costerebbe 4 milioni di euro! Sembrano molti, ma non lo sono se consideriamo che solo la Regione ogni anni spende 14 milioni di euro in sabbia per i ripascimenti.
A breve partiranno altri lavori di riqualificazione ambientale. Il nuovo progetto consiste in due fasi.
Con la prima si toglieranno 80 cm di sabbia nelle lingue centrali alle scogliere ripristinando le correnti e facendo tornare l'acqua in una zona attualmente quasi totalmente insabbiata. Con la seconda si porterà parte delle due scogliere davanti alla fossa a livello media mare. In questo modo, dicono, si ripristineranno le giuste condizioni. Noi possiamo solo sperare che l'intervento sia fatto con tutti i crismi, i giusti mezzi, tecniche adatte e tempi celeri, Viserba ha bisogno di ristabilire le giuste condizione, ma non può rischiare un'altra devastazione ambientale.
Un dubbio ci assale.
Partire a marzo non ci sembra una buona idea, non si lascia tempo al mare di smaltire "l'operazione". Sotto la sabbia che si toglie probabilmente si troverà melma e... sarebbe un disastro.









Copyright © by Associazione Basta Merda in Mare Tutti i Diritti Riservati.

Pubblicato su: 2008-12-02 (4146 Letture)

[ Indietro ]




Questo sito è stato ideato da Simone Mariotti adattando e modificando una versione del PHP-Nuke disponibile nel sito www.phpnukefordonkeys.com. PHP-Nuke (www.phpnuke.org) è un software libero rilasciato con licenza GNU/GPL (www.gnu.org).
Generazione pagina: 0.17 Secondi